Oggi torniamo a parlare di trasporto di alimenti deperibili. Abbiamo introdotto in questo articolo l’ATP (Accord Transport Perissable), la normativa che disciplina il trasporto internazionale stradale e ferroviario delle derrate alimentari deteriorabili, che necessitano di essere trasportate a temperatura controllata. Ma quali sono esattamente le tipologie di mezzi che si occupano di questo particolare trasporto? 

La classificazione ATP

L’accordo ATP fornisce una classificazione dei veicoli adibiti al trasporto di derrate alimentari, definita in base a specifiche relazioni matematiche, che correlano il coefficiente di isolamento termico della struttura e la potenza dell’impianto frigorifero che assicura il rispetto della catena del freddo.

Specifiche sigle di riconoscimento poi, definiscono in modo preciso le caratteristiche della struttura frigorifera all’interno della quale devono essere trasportati gli alimenti.

La classificazione ATP degli autoveicoli prevede quattro tipi di mezzi di trasporto:

  1.  Isotermici
  2.  Frigoriferi
  3.  Refrigeranti
  4.  Caloriferi
Mezzi  isotermici 

Sono mezzi di trasporto la cui carrozzeria è costituita da pareti isolanti che consentono di limitare lo scambio di calore tra l’interno e l’esterno. Essi si dividono in:

  • isotermici Rinforzati 
  • isotermici Normali 

I mezzi isotermici rinforzati hanno un isolamento superiore rispetto a quelli normali.

Mezzi frigoriferi

Sono mezzi isotermici, muniti di un dispositivo di raffreddamento in grado di mantenere, con una temperatura esterna costante pari a + 30 ° C , una temperatura interna:

  • compresa tra + 12 e 0°C per la Classe A
  • compresa tra + 12 e -10°C per la Classe B
  • compresa tra + 12 e -20°C per la Classe C
  • minore o uguale a 0°C per la Classe D
  • minore o uguale a -10°C per la Classe E
  • minore o uguale a -20°C per la Classe F

Per le classi  A , B , C il dispositivo di raffreddamento è comandato da un termostato che può regolare la temperatura
interna della carrozzeria ad un valore preciso. Per le classi D , E , F invece, non essendo presente un termostato, il dispositivo è soltanto in grado di produrre freddo.

Mezzi refrigeranti

Anche questi mezzi sono isotermici, e grazie ad una sorgente di freddo, con una temperatura esterna costante pari a +30°, possono raggiungere e mantenere (per almeno 12 ore), una temperatura interna della carrozzeria inferiore o uguale a:

  • + 7 °C per la Classe A
  • + 0 °C per la Classe D
  • – 10 °C per la Classe B
  • – 20 °C per la Classe C
Mezzi caloriferi

Il mezzo di trasporto calorifero è un mezzo isotermico che, tramite un dispositivo di riscaldamento , consente di raggiungere e di mantenere (per almeno12 ore) , una temperatura interna della carrozzeria non inferiore a 12°C , con una temperatura esterna pari a:  – 10 °C per la Classe A;  – 20 °C per la Classe B.

E’ possibile consultare il testo della normativa ATP QUI.

Garantire il rispetto della normativa ATP

Come si può garantire ai clienti e ai consumatori finali che il trapsorto si stato effettuato nel rispetto della normativa ATP?  Con FROSTED, il nostro modello di servizio innovativo di tracking e telecontrollo, che sfruttando le tecnologie satellitare e GPRS, permette di monitorare con semplicità tutte le fasi di trasporto delle merci, verificando il rispetto delle temperature richieste per ciascun alimento. Grazie a questa tecnologia gli attori della catena del freddo possono collegarsi per verificarne le performances, ricevendo allarmi in tempo reale in caso di anomalie. Al termine della spedizione è possibile ottenere un attestato di conformità che certifica la qualità del traporto.

FROSTED rende la gestione del trasporto più sicura, economica e sostenibile, per saperne di più clicca QUI.