Spreco alimentare: non esiste una definizione univoca perché, durante tutta la catena agroalimentare, si presentano casi di spreco di prodotti riconducibili a molte motivazioni.

Lo spreco alimentare in cifre

Tra i nuovi obiettivi globali c’è quello di incrementare la produzione alimentare del 60-70% per nutrire una popolazione in costante crescita. Il paradosso è che stia andando di pari passo con uno dei più grandi sprechi alimentari della storia.
Secondo un recente studio condotto dalla FAO intitolato Global Food Losses and Food Waste, ogni anno, nel mondo, vengono sprecati circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo di cui l’80% ancora consumabile.
Di questo miliardo, 222 milioni sono le tonnellate di cibo che vengono sprecate nei Paesi industrializzati.

Lo spreco alimentare in Europa

In Europa si sprecano, in media, circa 180 kg di cibo pro-capite all’anno. Il primato dello spreco è rappresentato dall’Olanda con 579 Kg pro-capite l’anno, mentre il Paese più virtuoso risulta essere la Grecia con i suoi 44Kg pro-capite l’anno (fonte QUI).
L’Italia si piazza circa a metà strada, con 149 kg pro-capite l’anno, a causa anche della crisi economica globale che sembra aver ridotto lo spreco costringendo gli italiani comprare in modo più attento.
L’Osservatorio sugli sprechi ha rilevato che tra i prodotti più sprecati a livello domestico in Italia, si trovano gli ortofrutticoli, il pesce, pasta e pane, uova, carne e latticini.
Il Barilla Center for Food and Nutrition, ogni anno analizza questa situazione e negli ultimi anni ha fissato lo spreco di prodotti alimentari tra i 10 e i 20 milioni di tonnellate.

Le fasi più pericolose

Le perdite e gli sprechi di cibo accadono in tutti i livelli della catena:
• Fase produttiva
• Fase distributiva
• Fase del consumo

Fase produttiva

Qui il 40% dello spreco avviene nella fase della raccolta quando la maggior parte dei prodotti resta a marcire nei campi; per il restante risulta decisivo l’immagazzinamento e la conservazione in luoghi non adatti; influisce poi il trasporto che spesso avviene su mezzi inadeguati.

Fase di distribuzione

In questa fase gli sprechi più consistenti avvengono principalmente durante la trasformazione industriale quando vengono scartati i prodotti che esteticamente non sono perfetti. Soprattutto quando il prodotto deve essere distribuito ai punti di vendita.

Fase del consumo

Perdite causate dalle cattive abitudini di spesa di milioni di persone; dall’inosservanza delle etichette e delle date di scadenza; inoltre incide la tendenza a servire porzioni troppo abbondanti e le promozioni che spingono a comprare di più.

FSTT riduce lo spreco nella fase distributiva

Hai a che fare tutti i giorni con i distributori e non riesci a destreggiarti tra le carte e le incombenze tecniche? I mezzi a tua disposizione hanno una centralina per la temperatura ma il cibo arriva spesso malandato?
FSTT ti offre un controllo costante non sul mezzo ma sui singoli pallet!

In questo modo puoi controllare ogni alimento che, per natura, ha temperature di conservazione diverse e molto specifiche.
Prendiamo ad esempio frutta e legumi: ad alte temperature maturano in modo non adeguato, ammorbidiscono e subiscono delle bruciature superficiali. Le basse temperature invece, possono provocare il congelamento, il formarsi di spaccature e la disidratazione dei prodotti. Non parliamo necessariamente di temperature prossime allo zero! Le banane, per esempio, sono molto sensibili a danni causati da temperature inferiori ai 13° C.

Come garantire quindi ai consumatori la massima qualità e la sicurezza dei prodotti che acquistano?

Rispettando un altro principio del pacchetto igiene: la tracciabilità dei prodotti. Il Regolamento Europeo 852/2004 evidenzia infatti che “La rintracciabilità degli alimenti e dei relativi ingredienti lungo la catena alimentare è un elemento essenziale per garantire la sicurezza degli alimenti”.
Per rispondere a questa esigenza abbiamo sviluppato FROSTED, un sistema innovativo di tracking e telecontrollo che permette il monitoraggio in tempo reale delle condizioni di trasporto delle merci deperibili, assicurando che avvenga in modo sicuro e nel rispetto della normativa di riferimento. Per conoscere meglio FROSTED clicca QUI.